Fès Vingt-trois regards en liberté UN PROJET GEO-PHOTOGRAPHIQUE

E’ un racconto fotografico composto dagli sguardi di ventitré giovani adolescenti, fra 12 e i 14 anni, che con la loro piccola macchina digitale hanno assunto, come individui coscienti, gioiosi e maturi, il ruolo inconsapevole del ricercatore. Quasi che si fossero sostituiti a lui, con il loro punto di vista pertinente e informato, per cogliere e trasmettere – con un approccio geo-fotografico – prospettive e visioni che, forse, il ricercatore non avrebbe mai colto. Con autenticità e spontaneità, questi sguardi sul mondo che si soffermano sulla natura, sulle brutture, sul lavoro del vivere ordinario in una città storica, ricca di patrimonio ma non priva di povertà, rivelano tracce di poesia e emozioni di libertà.

Si ringrazia la Maison de la Photographie de Marrakech e Action Autonomie Avenir per la pubblicazione del progetto fotografico (2018)

Laboratorio geo-fotografico Fès. 2015
A cura di

  • Raffaele Cattedra (UniCa), M’Hammed Idrissi Janati (Univ. Rabat),
  • Rosi Giua (Tusitala, Cagliari),
  • Matteo Puttilli (Univ. Firenze)
  • Lamiae Lachkar (Univ. Rabat)

Progetto

Giustizia Spaziale / ANR Marges / Cosmomed
Coordinamento
Maurizio Memoli (progetto Giustizia Spaziale / L.R. 7)
Nora Semmoud (progetto ANR Marges) – Francia
Raffaele Cattedra (progetto Cosmomed)

Autori

Collège Mohammed Belarbi El Alaoui (AÏn Nokbi) Yousra, Fatima, Oumayna, Khadija, Bilal, Oumayma, Fatima Z., Salma, Ilham, Majda, Khadija J.
Collège Allal Ben Abdallah (Blida, Medina) Nihad, Yosra, Redouan, Outman, Abdelkrim, Mohammed C., Zineb,
Ouiam, Ayoub, Mohammed M., Soukayna, Chaime

Approfondimenti