Convegno

Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo - Migrazioni, memorie e attualità - 17-18-19 ottobre 2019

Calendario Eventi

Cagliari Facoltà di Studi Umanistici
Dipartimento di Lettere, Lingue e beni culturali con Dipartimento di Scienze politiche e sociali; Dipartimento Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

17 Ottobre 2019 ore 15.30-18.30

Aula Magna del Rettorato. Università di Cagliari

Saluto del Magnifico Rettore dell’Università di Cagliari
Maria Del Zompo 

Saluti istituzionali
Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Cagliari, Fondazione di Sardegna 

Saluti del Direttore del Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, Università di Cagliari
Ignazio Efisio Putzu

Coordina 

Francesco Atzeni (Dip. di Lettere, Lingue e Beni Culturali, Università di Cagliari)

 

Appartenenze e identità, mobilità, condivisioni e esclusioni

  • Raffaele Cattedra (Dipartimento di Lettere Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Introduzione ai lavori. Tracce di cosmopolitismo: una (nuova) prospettiva per leggere il mondo?
  • Paolo Francalacci (Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente)
    Radici genetiche e identità della Sardegna e del Mediterraneo
  • Luciano Marrocu (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Cosmopolitismo intellettuale mediterraneo nella prima metà del Novecento: percorsi e problemi
  • Silvia Contarini (Département d’Études italiennes, Université de Nanterre)
    Città multietniche nella letteratura italiana della migrazione
  • Eva Garau (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)  Identità e alterità nel discorso pubblico italiano: istituzioni, partiti e legislazione                                                                   

Dibattito


18 Ottobre 2019, ore 09.30-13.30

Sala Convegni Lazzaretto, Cagliari 

Sardegna cosmopolita?

Coordina
Giovanni Sistu (Dipartimento di Scienze politiche e sociali, UniCa)

  • Cecilia Tasca e Mariangela Rapetti (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Tracce di ebraismo in Sardegna fra esodi e ritorni
  • Cecilia Novelli (Dipartimento di Scienze politiche e sociali, UniCa)
    La Sardegna guarda il mondo: i Murales di Orgosolo
  • Carlo Di Bella (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Il mondo guarda la Sardegna: fotografie e sguardo esterno nel secondo dopoguerra
  • Maria Luisa Di Felice (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    «Arborea sembrava il deserto del Sahara». Flussi migratori e conflittualità nella piana di Terralba
  • Felice Tiragallo (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Cosmopolitismo e costruzioni di identità nel mondo minerario sardo.
  • Stefano Pisu (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Da Carloforte e Arborea: Giacomo Covacivich sindaco sardo e cosmopolita di origini dalmate
  • Francesco Bachis (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Due o tre cose che so di lei. Note etnografiche dal progetto “Migrantour”

Dibattito


18 Ottobre 2019 (Lazzaretto) 14.45-18.30

Il Mediterraneo cosmopolita ieri e oggi

Coordina
Olivetta Schena (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)

  • Giampaolo Salice (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Diaspore greche nel Mediterraneo moderno
  • Alessandro Pes (Dipartimento di Scienze politiche e sociali, UniCa)
    Gli «Italiani di Addis Abeba» tra Italianità e cosmopolitismo
  • Valeria Deplano (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Contaminazioni (post)coloniali: la comunità siciliana dalla Tunisia alla Sardegna degli anni ’60.
  • José Manuel Maroto Blanco (Departamento de Historia contemporánea, Universidad de Granada)
    “Negritude” nella Spagna contemporanea

Dibattito



18 Ottobre 2019 (Lazzaretto) ore 18.30

INAUGURAZIONE 

Cosmomed Tracce  (Mostra) Cosmolab (Laboratorio permanente) / Transiti  (Biblioteca di passaggio)

 

19 Ottobre ore 09.30 

La Città cosmopolita

Coordina

Patrizia Manduchi (Dipartimento di Scienze politiche e sociali, UniCa)

  • Andrea Corsale (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Tracce di cosmopolitismo e rappresentazioni della diversità culturale: il patrimonio ebraico di Siracusa
  • Monica Iorio (Dipartimento di Scienze politiche e sociali, UniCa)
    Gli italiani nella cosmopolita isola di Malta.
  • Tatiana Cossu (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Siamo noi che cambiamo”: costruzioni identitarie e storie migranti nella città metropolitana
  • Gianluca Gaias (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Cagliari cosmopolita
  • Silvia Aru (Amsterdam Institute for Social Science Research, Universiteit van Amsterdam)
    Cosmopolitismo al confine: ospitalità, solidarietà e lotta politica a Ventimiglia
  • Marcello Tanca (Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali, UniCa)
    Geografia e migrazione: lo sguardo cosmopolita del fumetto

Conclusioni del Convegno Cosmomed

Maurizio Memoli (Dip. di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, Università di Cagliari)

Tracce di cosmopolitismo intorno al Mediterraneo

Migrazioni, memorie e attualità
17-18-19 ottobre 2019 Cagliari

Cosmopolitanism is back. Il dibattito sul cosmopolitismo è oggi più che mai (ri)aperto. Geografi, storici, archivisti, antropologi, genetisti, studiosi di letteratura coinvolti nel progetto COSMOMED ragionano insieme sulle possibilità e le capacità delle società di costruire forme di convivenza nella complessità identitaria e culturale del passato e del presente.

Il convegno, in articolazione con una mostra-laboratorio (Tracce, Cosmolab) e uno spazio biblioteca (Transiti), rilegge  in questa prospettiva le tracce di situazioni cosmopolite attraverso migrazioni e diaspore, memorie collettive e individuali, processi di valorizzazione di patrimoni culturali, pratiche sociali e influenze dell’altrove nel contesto europeo, africano, mediterraneo e sardo.

 

“Cosmopolitanism is back”. Now more than ever, the debate about cosmopolitanism is open. Geographers, historians, archivists, anthropologists, geneticists, scholars of literature, all involved in the COSMOMED project, brainstorm about the possibilities and capacities of finding forms of coexisting in the identity and cultural complexity of past and present societies.

From this perspective, the conference, with an exhibition-lab (Tracce, Cosmolab) and a library space (Transiti), follow the traces of several cosmopolitan experiences, including migrations and diasporas, collective and individual memories, the enhancement of cultural heritage, social practices, and the influence from elsewhere on the European, African, Mediterranean and Sardinian contexts.